Rivenditore Autorizzato
Casa Editrice La Tribuna
autore: MACCARONE G.
titolo: CONTRATTO CON PRESTAZIONE AL TERZO
sottotitolo: 
autore: FRIEDBERG
titolo: GUIDA PRATICA STUDI IMPATTO AMBIENTALE
sottotitolo: 
autore: VARI
titolo: DIZIONARIO TEDESCO ITALIANO
sottotitolo: 
altre recensioni
☆☆☆☆☆☆☆☆☆☆☆☆☆☆☆ Quando parli stai solo ripetendo quello che sai già. Quando ascolti, invece, puoi imparare qualcosa di nuovo! (Dalai Lama)
naltrexone how long does it last site revia medicine
who makes naltrexone link stopping naltrexone
naltrexone side effects weight loss guitar-frets.com revia dosage
can you drink on naltrexone go maltrexon
revia dosage read naltrexone addiction
vivitrol drug interactions ldn drug low dose naltrexone bipolar
naltroxin partickcurlingclub.co.uk can you drink alcohol while taking low dose naltrexone
naltrexone shot cost myjustliving.com nalprexon
 
home dove siamo contatti
autore: ROMANO MARIO
titolo: DELITTI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - I DELITTI DEI PUBBLICI UFFICIALI ART. 314-335-BIS COD. PEN. - COMMENTARIO SISTEMATICO
sottotitolo:

Sezione: LIBRI ITALIA
Collana:
Nr. Collana:
Editore: GIUFFRE' EDITORE S.P.A.
Pagine: 550
Prezzo: Euro 55
SPECIAL PRICE Euro 49.5

Data pubblicazione: 03/2019
Stato : IN CATALOGO

Codice: 9788828806202

RECENSIONE
La presente quarta edizione dei Delitti dei pubblici ufficiali era già stata felicemente (!) avviata alle stampe quando un'ulteriore attesa si è resa necessaria onde evitare che... nascesse vecchia, a seguito dell'avvento della c.d. "Spazzacorrotti", annunciata con ottimismo pari al mediatico clamore lo scorso settembre. Un'altra legge anticorruzione, dunque, ma non proprio... una novità, se è vero che anche la terza edizione del volume s'era dovuta acconciare alle alterne vicende della "anticorruzione" precedente. Evidentemente, surclassata da anni la riforma del 1990 (la l. 86), non bastava la pur pugnace riforma del 2012 (la l. 190), neppure con le varie interpolazioni della l. 69/2015. In parte propiziata oltre tutto (va detto onestamente) da insonni Organismi sovranazionali, la riforma del 2018 (la l. 3/2019) colpisce oggi ancora più duramente, ovunque possibile, le corruzioni come altri delitti contro la p.a. Raggiunto il colmo della reclusione almeno teoricamente sostenibile (nell'esigente raffronto con altri delitti del sistema), è ora il turno delle pene accessorie, elevate a livelli sino ad oggi impensabili, per non dire esasperati. Inoltre, al fine di agevolare l'emersione di fatti criminosi, non si esita a mettere in campo eterogenei strumenti processuali e sostanziali mai sperimentati in materia, come l'agente infiltrato e la speciale causa di non punibilità della denuncia del patto criminoso ad opera dei suoi stessi protagonisti. Insomma, un "clima" complessivo da ultima spiaggia, che farebbe pensare ormai ragionevolmente conclusa l'affannosa corsa legislativa a... spazzar via la corruzione, se non fosse da un lato per una certa vulgata che vorrebbe la nostra società incredibilmente più malata di altre a noi vicine, dall'altro per la fede a quanto pare incrollabile nell'efficacia taumaturgica di trattamenti sempre più pesanti. Entrambe circostanze, queste, che francamente non condivido. La prima, perché non mi sembra sufficientemente suffragata dai fatti. La seconda, perché sono da tempo convinto che la piaga incivile della corruzione si combatte sì con pene adeguatamente severe (di cui in verità disponiamo da decenni) ma in primo luogo con il continuo richiamo a tenaci valori morali che solo un'instancabile opera culturale, di cui ciascuno di noi è personalmente responsabile, potrà rinsaldare negli animi delle giovani generazioni.
tipologia

famiglie

sottofamiglie

Collane


autore             
titolo               
ISBN               
ricerca libera   

novità degli ultimi mesi:  




Novità

 
home dove siamo contatti credits privacy policy